zeppole baccalà alla calabrese

Il Natale si avvicina ed ecco una fantastica ricetta per l’antipasto della Vigilia: le zeppole di baccalà alla calabrese. Le zeppole sono delle frittelle a base di pasta lievitata che possono essere semplici o ripiene con diversi ingredienti; in questo caso vanno farcite con lo stocco (ovvero il baccalà) già ammollato e precedentemente lessato per una ventina di minuti.
Nella provincia di Reggio Calabria è in uso aggiungere all’impasto delle zeppole dell’uvetta passa, un probabile retaggio della tradizione siciliana, a sua volta importato dai paesi arabi.
Il connubio tra il dolce dell’uvetta ed il salato dello stocco dona a questa preparazione un gusto veramente raffinato.

zeppole baccalà alla calabrese

Zeppole di baccalà alla calabrese: lista degli ingredienti

Stocco ammollato 500 gr
Farina di grano tenero 0 o di segale 500 gr
Patate lesse 500 g
Uvetta sultanina 150 gr.
Lievito di birra un cubetto(25 gr.)
Un bicchiere di latte
Un cucchiaino di zucchero
Sale, e olio per friggere q.b.(meglio se è di arachide)
Acqua q.b.

Zeppole di baccalà alla calabrese: come prepararle

  • Lessare, sbucciare, schiacciare le patate, salare la purea e lasciarla freddare. Intanto sciogliere il lievito in un bicchiere  di latte a temperatura ambiente.
  • Quando le patate saranno fredde unirle alla farina a cui sarà stato aggiunto precedentemente  un poco di sale, aggiungere lo zucchero ed impastare con il latte in cui è stato sciolto il lievito; se necessario aggiungere un poco di acqua per facilitare l’operazione, ne dovrà risultare un impasto molto morbido ma consistente.
  • Far lievitare per circa tre ore.
  • Mettere in ammollo in acqua tiepida l’uvetta sultanina per circa 10 minuti, strizzarla.
  • Nel frattempo lessare per circa 20 minuti lo stocco. Scolare, spinare e ridurre in piccoli pezzi.
  • Quando la pasta delle zeppole sarà lievitata, rimpastarla aggiungendo l’uvetta.
  • Lasciarla riposare ancora un’ora circa.
  • Con le mani inumidite, prendere dei pezzi di pasta lievita, inserirci al centro dei pezzetti di stocco, chiudere delicatamente e friggere in olio caldo a circa 170°C . Saranno pronte quando risulteranno ben dorate da tutte le parti.
  • I risultati migliori si ottengono con la friggitrice che mantiene costante la temperatura fino a cottura ultimata. Se non si ha friggitrice, adoperare una padella dai bordi alti capace di contenere un buona quantità di olio, in cui le zeppole possano galleggiare comodamente. Adagiarle su carta assorbente e servirle  molto calde.
Zeppole di baccalà alla calabrese

Post navigation


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *