sformato di carciofi alla calabrese ricetta

Lo sformato di carciofi alla calabrese è un’ ottimo secondo, alternativo alla frittata di carciofi è sicuramente più ricco rispetto a quest’ultima per la presenza di salciccia  e caciocavallo.
È possibile prepararlo qualche tempo prima, pronta da infornare all’ultimo per poterla gustare calda. La ricetta originale prevede l’impiego del pecorino grattugiato, ma – se non dovesse piacere – è possibile sostituirlo con il parmigiano; il gusto sarà un po’ diverso, ma nel complesso risulterà comunque un ottimo piatto.

Sformato di carciofi alla calabrese: lista degli ingredienti

8 Carciofi di grandezza media
Caciocavallo silano tagliato a pezzetti 120 gr.
2 Uova
Salsiccia leggermente stagionata tagliata a pezzetti
Pecorino grattugiato 3 cucchiai (se è parmigiano quattro cucchiai)
Aglio uno spicchio grande
Pangrattato, sale, olio evo, prezzemolo tritato q.b.

Sformato di carciofi alla calabrese: preparazione

  1. Togliere le foglie più dure ai carciofi e strofinarli con del limone, in modo che la polpa dell’agrume vada ad irrorare di succo il carciofo, un piccolo trucco casalingo per non farli annerire. Spuntare accuratamente i carciofi per togliere le parti più dure e tagliarli a pezzi.
  2. Lasciarli in ammollo con dell’acqua acidulata con succo di limone.
  3. Porre sul fuoco una pentola capiente con dell’acqua e quando bolle tuffarci i carciofi facendoli sbollentare per circa 10 minuti. Scolarli e tenerli da parte.
  4. Intanto battere le uova in una ciotola, condirle con due cucchiai di pecorino, prezzemolo e aglio tritati insieme, sale. Amalgamare bene il tutto.
  5. Preparare la teglia dove sarà cotto il tortino: ungerla con olio evo e spolverizzare con del pangrattato. Versare la metà dei carciofi, distribuire la salsiccia ed il caciocavallo tagliati a pezzetti, una manciata di pangrattato e coprire con il resto dei carciofi.
  6. A questo punto, versare le uova sbattute avendo cura di smuovere un po’ la teglia – in modo da distribuirle uniformemente – cospargere un po’ di pangrattato e l’altro cucchiaio di pecorino.
  7. Preriscaldare il forno – programma statico – a 180°C  (160°C se ventilato) e cuocere fino a quando la superficie del tortino non sarà uniformemente dorata. Servire tiepido.
Sformato di Carciofi alla Calabrese

Post navigation


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *