ricetta pitta maniata calabrese

La pitta maniata calabrese è una vera e propria focaccia ripiena, farcita con uova sode, caciocavallo e salsicce. Per alcuni aspetti – sia per la forma che per gli ingredienti utilizzati per il ripieno – somiglia al tortano napoletano. A differenza della ricetta partenopea, però, l’impasto base della pitta maniata – molto simile a quello della classica pizza – è amalgamato con una certa quantità di sfrizzoli. Ed è proprio questa la particolarità di questa pietanza, ricca e golosa!

Naturalmente, non tutti conoscono gli sfrizzoli! Chiamati anche frisulimiti o curcuci, sono dei piccolissimi pezzi di carne magra, residuato della lavorazione della sugna (ovvero lo strutto).
La pitta maniata calabrese affonda le proprie radici nelle usanze gastronomiche contadine, è un piatto unico molto sostanzioso e ricco di calorie, facile da trasportare, ideale quindi per rappresentare il pranzo di chi doveva affrontare il duro lavoro dei campi.

ricetta pitta maniata calabrese

Forse ti potrebbe interessare anche la ricetta dei taralli calabresi bolliti.

Pitta maniata calabrese: lista completa degli ingredienti

500 gr di farina 0
Lievito di birra 25 gr
Un cucchiaino di zucchero
300 ml di acqua
200 gr. di sfrizzoli
Sale q.b.
Per il ripieno
200 gr. di caciocavallo
200gr. di salsiccia
3 uova sode
50 gr. di strutto

Forse ti potrebbero interessare questi prodotti tipici calabresi. Se li acquisti cliccando da qui, io guadagno una piccola commissione e a te non costa nulla di più!

Pitta maniata calabrese: come si prepara

  • Sciogliere il lievito in mezzo bicchiere d’acqua, porre la farina miscelata col sale in una ciotola, aggiungere il cucchiaino di zucchero, versare il lievito ed impastare con l’acqua. Coprire la ciotola con un panno da cucina e far lievitare per almeno 3 ore.
  • Trascorso questo tempo impastare di nuovo, aggiungere gli sfrizzoli e amalgamare il tutto molto bene; lavorare molto bene l’impasto e se necessario aggiungere un poco di farina. Coprire di nuovo e lasciar riposare per circa un’ora.
  • Lavorare di nuovo l’impasto e dividerlo in due parti non uguali. Ungere una teglia con lo strutto e, con la parte più grande dell’impasto, foderare una teglia comprendendone anche i bordi.
  • Farcire la pitta maniata con le uova sode tagliate a spicchi, le salsicce sbriciolate ed il caciocavallo a pezzetti.
  • Coprire con il resto dell’impasto, sigillare bene i bordi e praticare con uno stuzzicadenti dei forellini sulla copertura. Infornare a 200°C per circa 50 minuti.
Pitta maniata ricetta calabrese

Post navigation


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *