La parola origano deriva dal greco “oros”, che significa montagna e “ganos” che significa splendore. Letteralmente, quindi, il suo significato è “splendore della montagna”, appellativo che questa pianta si è conquistata per la grazia e l’abbondanza dei suoi capolini colorati di rosa e di bianco, durante il periodo della fioritura.
L’origano è una pianta aromatica che appartiene alla famiglia delle Lamiaceae ed è molto comune in tutto il bacino del mediterraneo. Esistono circa 50 tipi diversi di origano, ma il più ricercato per le preparazioni culinarie è quello selvatico (Origanum Vulgare) che cresce spontaneamente solo in Calabria e in poche altre regioni, nei luoghi assolati e aridi, spesso lungo i dirupi scoscesi e selvaggi.

Questa pianta aromatica caratterizza in modo inequivocabile molte pietanze tipiche del sud Italia. Il suo persistente aroma e la sua fragranza conferiscono ai piatti un sapore unico ed inconfondibile. In Calabria la raccolta avviene a Giugno quando la pianta è in fiore. Poiché annerisce molto facilmente, è opportuno non comprimere la parte floreale e preservarla dall’umidità. Dopo averne formato dei bei mazzetti, va essiccato a testa in giù in un luogo asciutto e al riparo dal sole e conservato in buste di carta.

A differenza di tutte le altre piante aromatiche, l’origano è la sola a raggiungere il massimo della sua fragranza solo dopo l’essiccamento. Una volta secco, è possibile sbriciolarlo con le mani per liberarlo dai rametti e setacciarlo per eliminare le foglie troppo grandi e le parti legnose. Si otterrà così un miscuglio di piccole foglioline e fiori, pronto per essere comodamente conservato in un barattolo chiuso ermeticamente. Così riposto, l’origano si conserva anche per più di un anno. Vediamo a questo punto le proprietà tipiche di questa pianta aromatica.

Origano selvatico della Calabria: proprietà

I suoi principi attivi sono i Fenoli, il Timolo e il Carvacrolo. Dall’origano si estrae un olio essenziale dalle proprietà antisettiche, analgesiche, antifungine, antiossidanti. Molto usato nell’aromaterapia, i suoi infusi sono un ottimo rimedio contro la tosse e i disturbi di digestione. Inolte, svolge anche un’ottima azione antiinfiammatoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.