Un piatto completo, semplice da esegire e decisamente tipico dell’entroterra calabrese? Funghi e patate al forno alla calabrese, ovvero un piatto a base di funghi rositi, patate e caciocavallo silano. Una pietanza da cuocere al forno e servire come antipasto, per una cena abbondante e particolare, o come piatto unico. Il rosito è il fungo più diffuso nel sottobosco silano; è un fungo nobile, anche se non ha la stessa fama del porcino. In Calabria viene chiamato in tanti modi diversi, a seconda del paesino in cui ci troviamo: rosito, sanguinello, rossello, fungo del sangue. È solito nascere sotto i pini o nel sottobosco di ginepro.

Chi lo raccoglie deve conoscerlo molto bene, perché è facile confonderlo con altri tipi della stessa famiglia delle russulacee, che – al contrario del buon rosito – sono tossici. Il colore del suo cappello varia dall’arancione pallido al rosso vinaccia, ha una leggera depressione al centro e la sua polpa è molto carnosa. Questo fungo calabrese ha un retrogusto pepato ed è molto apprezzato, sia per la sua polpa soda che per il suo profumo fruttato. La ricetta che vi proponiamo in questo post è tipicamente calabrese, perché per realizzarla si avrà bisogno dei funghi rositi freschi, delle patate e del caciocavallo silano.

patate e funghi alla calabrese

Funghi e patate al forno alla Calabrese: lista degli ingredienti (per 4 persone)

Rositi 1 kg
Patate silane 1 Kg
Caciocavallo 200 gr.
Pecorino 30 gr
Mollica di pane fresco q.b.
Spicchi d’aglio 2
Prezzemolo tritato, olio evo, sale, pepe q.b.

[amazon_link asins=’B07BB11JN7,B07BFW82D2,B076JCG6GM,B01MUX46MZ,B01MZICNPP’ template=’ProductCarousel’ store=’piatticalabri-21′ marketplace=’IT’ link_id=’c89582d9-f0d2-11e8-9c16-ef14d6f0d819′]

Funghi e patate al forno alla Calabrese: preparazione

  1. Pulire con un panno umido i funghi, eliminando eventuali tracce di terra, sbollentarli per 2 minuti in acqua bollente, tagliarli a pezzi.
  2. Tagliare a rondelle non troppo spesse le patate, dopo averle lavate e sbucciate, e sbollentarle per 3 minuti in abbondante acqua salata.
  3. Scolarle, unirle ai funghi e condire il tutto con olio, sale, pepe, prezzemolo tritato, aglio tagliato in piccoli pezzi.
  4. A questo punto, sistemare le patate e i funghi in una teglia da forno, cospargere la superficie con la mollica di pane, il pecorino grattugiato e pezzetti di caciocavallo; irrorare con altro olio evo.
  5. Infornare a 160°C – in forno già bel caldo – per circa 20 minuti o fino a quando non si sarà formata una bella crosticina dorata.
  6. Una volta ben dorato in superficie, sfornare e servire!

[amazon_link asins=’B0173KMPKW,B07CT3SJ7J’ template=’ProductCarousel’ store=’piatticalabri-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b0da1268-f0d2-11e8-b780-5b8813e7b9d6′]
[amazon_link asins=’B06X3W1QG8,B076JCG6GM,B07BB11JN7,B07BFW82D2,B01AK8EQYM,B01MZICNPP,B01MUX46MZ’ template=’ProductCarousel’ store=’piatticalabri-21′ marketplace=’IT’ link_id=’d09600aa-f0d2-11e8-b8f3-ed69686e8d0a’]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *