bomba calabrese ricetta del piccantino

Chi non ha mai sentito parlare della salsa piccante calabrese soprannominata bomba calabrese o piccantino? Si tratta di una crema molto piccante a base di ortaggi (peperoni e melanzane), in cui la parte del leone la fa naturalmente il peperoncino piccante. Questa salsa è particolarmente adatta per dare corpo a pietanze a base di carne, come coniglio, pollo, stufati , spezzatino. Si presta moltissimo anche per irrobustire il sapore di condimenti per la pasta, per caratterizzare la pizza, per le patate lesse e – per i più coraggiosi che non hanno paura del piccante del peperoncino – per realizzare invitanti bruschette. Il segreto comunque è quello di non eccedere; è opportuno provare prima con piccole dosi e aggiungere eventualmente un po’ di peperoncino, avendo cura di assaggiare e verificare il reale livello di piccantezza: ad aggiungere si fa sempre in tempo!

Scopri anche la ricetta dei pomodori verdi sott’olio!
Se acquisti cliccando su questi link che trovi qui di seguito, io prendo una piccola percentuale e a te…non costa nulla di più! :)

Bomba calabrese: dosi per 3 kg di piccantino

1,5 kg di melanzane lunghe
1,5 di peperoni rossi e gialli
200 g di acciughe
10 peperoncini piccanti e di media grandezza
Una manciata di capperi dissalati
Venti pomodori secchi dissalati( tuffarli in acqua bollente un paio di volte, gettando l’acqua ogni volta)
Basilico fresco
Prezzemolo fresco
Due spicchi d’aglio
Sale grosso q.b.
Aceto q. b.

ricetta piccantino calabrese originale

Bomba calabrese: preparazione del piccantino

  • Come prima cosa lavare, liberare dal picciolo e tagliare i peperoni e le melanzane a strisce. Metterli quindi sotto sale insieme ai peperoncini tagliati a metà, alternando strati di sale a strati di ortaggi. Posizionare sul tutto un coperchio e sul coperchio un peso. Lasciare così per 24 ore.
  • Per questa operazione è preferibile servirsi di uno scolapasta o di altro contenitore forato in quanto il sale estrarrà dagli ortaggi l’acqua in essi contenuta; è bene quindi che questa possa fuoriuscire.
    Trascorse le 24 ore, strizzare ben gli ortaggi e metterli in ammollo in aceto assoluto per 5 ore. Fare in modo che tutti gli ortaggi siano immersi nell’aceto. Sarà l’aceto a fungere da conservante in questa preparazione.
  • A questo punto, trascorse le 5 ore sotto aceto, strizzare di nuovo, aggiungere l’aglio, le acciughe, i capperi, i pomodori secchi e frullare grossolanamente tutti gli ingredienti. Porre la salsa così ottenuta in vasi di vetro precedentemente sterilizzati. Coprire con olio evo e tenerne sotto controllo il livello per alcuni giorni, spesso l’olio va a riempire tutti gli spazi all’interno del barattolo, scendendo lentamente e lasciando così scoperta la superficie della salsa. La salsa così isolata dall’ossigeno dell’aria, sarà preservata dalla proliferazione di eventuali muffe e si conserverà per moltissimo tempo.

Se invece non hai tempo di prepararla, puoi comprarla direttamente online:

Bomba calabrese: ricetta del piccantino

Post navigation


4 thoughts on “Bomba calabrese: ricetta del piccantino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *